Arriva il giorno in cui dobbiamo vendere la nostra casa…

Il Notaio vuole ovviamente verificare se effettivamente la casa è nostra e ci chiede la “provenienza” ossia l’atto pubblico (es. compravendita) che ne determina il possesso e quindi se abbiamo diritto a venderla oppure no.

Purtroppo, per un errore materiale o una svista, nell’atto ci sono delle inesattezze (ad esempio la particella è errata) e quindi la realtà delle cose non corrisponde a quanto riportato nell’atto stesso.

Il Notaio non procede con la stipula e ci chiede di rettificare l’atto.

E adesso? Panico….

Fortunatamente però la normativa ci viene in soccorso: con il D.Lgs. n° 110 del 2 luglio 2010 è stata, infatti, prevista la possibilità di rettificare errori di trascrizione di dati degli atti notarili, e più precisamente l’attribuzione al notaio della facoltà di provvedere, mediante propria certificazione, a rettificare errori od omissioni materiali di trascrizione di dati preesistenti alla redazione dell’atto, fatti salvi i diritti dei terzi.

A tale proposito, nella legge notarile, è stato inserito il nuovo art. 59-bis:

“Il notaio ha facoltà di rettificare, fatti salvi i diritti dei terzi, un atto pubblico o una scrittura privata autenticata, contenente errori od omissioni materiali relativi a dati preesistenti alla sua redazione, provvedendovi, anche ai fini dell’esecuzione della pubblicità, mediante propria certificazione contenuta in atto pubblico da lui formato”.

Per “certificazione” del notaio si intende una dichiarazione che attesta determinati fatti di cui lo stesso ha acquisito, direttamente o indirettamente (ad esempio tramite Perizia di un tecnico), conoscenza. È quindi da escludere qualsiasi apporto discrezionale del notaio: la rettifica è mera dichiarazione di scienza e mai dichiarazione di volontà; essa è pertanto preclusa ogni qualvolta sussistano elementi di incertezza riguardo all’esistenza o al contenuto dell’errore, ed in particolare ogni qualvolta sia necessaria un’attività di interpretazione del contenuto dell’atto, e di indagine nel processo psicologico degli autori dello stesso. A tal fine il notaio deve dar conto di quali sono i “dati preesistenti” dalla cui oggettiva ricognizione emerge l’errore o l’omissione “materiale” (eventualmente allegando documentazione a supporto – vedi Perizia Giurata da parte di un tecnico).

L’atto di rettifica è un atto pubblico a tutti gli effetti, da tenere a repertorio e raccolta, che come già detto contiene unicamente una “certificazione del notaio”, anziché una dichiarazione delle parti interessate. Si tratterebbe, più precisamente, di un atto notarile senza parti (come, ad esempio, per i verbali di constatazione od i verbali di assemblea non contestuali).

La rettifica può essere eseguita da qualunque Notaio e quindi non necessariamente da chi ha prodotto l’Atto originario e non occorre che siano presenti tutte le parti interessate del precedente Atto; è questa una condizione fondamentale: l’atto si può rettificare anche se una delle parti non è più reperibile o defunta!

Si tratta sempre e comunque di errori materiali rettificabili in quanto non incidono sul contenuto dell’atto e si riferisce quindi solo ed esclusivamente a una errata trascrizione nel documento di dati preesistenti.

Infine, per poter parlare di errore materiale rettificabile è necessario che i “dati preesistenti” da ricostruire emergano o dallo stesso Atto da rettificare o da altro documento o pubblico registro preesistente, avente la medesima efficacia probatoria.

 

Alcuni errori che è possibile rettificare

  • Dati catastali (errore più frequente)
  • Dati anagrafici delle parti (altro caso frequente)
  • Regime patrimoniale delle parti
  • Dichiarazioni fiscali
  • Dichiarazioni urbanistiche (solo in determinati casi)

 

Edilcatasto, nell’ipotesi in cui sia necessario procedere con la rettifica dell’atto, offre un servizio di consulenza sia ai Notai che ai Privati con redazione, il più delle volte, di una Perizia Giurata da parte di un nostro tecnico abilitato previo ricerca e acquisizione di dati certi.

Vendi la tua casa serenamente…Edilcatasto è al tuo fianco!